Viaggiate con passione...poi fatelo ancora...

Tre canaglie Europee

16 Nov 2019

Europa low cost

Tempo di lettura: 4'

Tre canaglie Europee
Daniele Mario Mauro

Vilnius

L’incontro per “scorrazzare” nella vecchia Europa fra tre viaggiatori di questo calibro non può portare ad una destinazione banale, non è mai successo ed anche questa volta non succederà; andiamo a Vilnius.

La capitale della Lituania ci incuriosisce da tempo. Ubicata nell’est del fantasmagorico vecchio continente, conserva tradizioni molto più nordiche, quasi totalmente scandinave con uno stile di vita simile ma un costo della stessa decisamente più accessibile.

Vilnius

La partenza non poteva essere tranquilla, il nostro aereo parte alle 6 del mattino da Roma Ciampino ed azzardiamo come sempre sulle nostre potenzialità: trascorriamo anche la notte prima dello START insieme, poco sonno tanta baldoria!!! Appena atterrati prendiamo subito confidenza con il grigio clima che a noi tanto piace… Per la sistemazione notturna non ci discostiamo dalle abitudini da VIAGGIATORI PIUTTOSTO CHE DA VACANZIERI depositando i nostri zaini nel caratteristico Jimmy Jumps House Hostel.

Il centro cittadino è concentrato e pittoresco, noi decidiamo di inoltrarci subito nelle colorate strade di Uzupis, considerata la parte artistica, un po’ bohèmien della città; tra l’altro con un’artista del calibro del viaggiatore solitario non potevamo fare altrimenti…Oltre a me la terza punta di diamante è Mario Merolli: solo destinazioni insolite per lui!!! Neanche a dirlo la nostra presenza in questo bizzarro quartiere, si alterna tra buffi incontri e performance sia canore che danzanti, indovinate da parte di chi…??? SOLITO MATTATORE. 

Ci sono gallerie d’arte moderna sparse e installazioni a cielo aperto, oltre ad innumerevoli pub dove assaggiamo le produzioni di birra locale. Uzupis nel corso degli anni passa da  quartiere difficile a punto di riferimento per pittori, fotografi, scrittori che iniziano a popolarlo fino a renderlo curiosamente “uno Stato nello Stato”, una sorta di Vaticano o Repubblica di San Marino, addirittura con una Costituzione tutta propria: SUPERRR…L’intenso pomeriggio termina molto tardi e dopo molti locali della zona, a notte fonda mi ritrovo con 2 ragazzi Lituani che parlano solo lituano a giocare a freccette mentre ascoltiamo Adriano CelentanoTUTTO MOLTO BELLO.

Mauro Vilnius

Più o meno freschi come delle rose la mattina facciamo la solita scorpacciata di “cose da vedere a Vilnius” e, sebbene l’itinerario sia quello classico, lo facciamo sempre a modo nostro… Il centro seppur piccolo è considerato patrimonio dell’UNESCO. Tra la Piazza della Cattedrale, la Collina delle tre Croci e la Torre Gedaminas, da dove si gode di una vista stupenda, come sempre non ci facciamo mancare la classica oretta per tenere ben saldi i nostri gomiti su dei banconi appiccicosi e trasudanti BIRRA!!! Rimaniamo molto colpiti dalla varietà di birre proposte da locali accoglienti e carichi di storie di lunghe ed interminabili nottate goliardiche. Vi lascio qualche nome per un “colpo sicuro”:

– ALAUS NAMAI per amanti del rock

– SNEKUTIS il barista è una vera star

Questa volta non mi concedo la rivincita a freccette con i ragazzi Lituani ma finisco nuovamente in un locale a cercare di interpretare la loro incomprensibile lingua, esperienza sempre molto fuori dagli schemi ed assolutamente carica di fascino. Prima di tornare in Italia ci imbattiamo in un negozio vintage molto caratteristico e, quando penso di aver fatto l’acquisto del secolo, bomberino di pelle a 4 euro, arriva il viaggiatore solitario con uno sfavillante gilet di pelle attillatissimo mentre dalle casse risuona Yellow Submarines dei BEATLES… Chapeau!!!

Vilnius panoramica

Post recenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *