Viaggiate con passione...poi fatelo ancora...

Londra 3 giorni nella city

29 Dic 2017

Europa low cost

Tempo di lettura: 4'

Londra 3 giorni nella city
Londra

Oggi parliamo di Londra.
Finalmente Londra, eh già qualcuno della crew non c’era mai stato ma ha recuperato alla grande, tre giorni? Reazione comune:”ma con 3 giorni non vedi niente”, commento della crew alla partenza:”scarpe comode, buone pinte come benzina e non ci ferma nessuno!!”.

Se volete andare a Londra in “low-cost style” fate come noi: partenza 6:30 am di sabato da Ciampino-Roma con la Ryanair per atterrare a Standsead (40 km da Londra). L’auto al ParkingBlu, come sempre, e check-in online con spiacevole sorpresa; una volta i posti della stessa prenotazione erano consecutivi quindi vicini, ora per racimolare qualche euro in più i posti vengono assegnati in modo random e molto difficilmente vi ritroverete in posti vicini a meno che non paghiate appunto una quota che varia dai 5€ fino ai 12€! una pazzia secondo me, sembra che la low-cost per eccellenza abbia deciso di alzare il tiro.

Attenzione alla scelta del bagaglio…

noi come nostro solito siamo partiti con il bagaglio a mano (regole del bagaglio a mano). Ad alcuni di noi con trolley, il bagaglio è stato stivato, io infatti consiglio sempre uno zaino anche perché essendo pochi giorni è più comodo e flessibile, certo lo devo ammettere che è più faticoso ma questo vi aiuterà a portare il minimo indispensabile, essendo donna per me è molto difficile tra trucchi creme vestiti ecc.. ma sto diventando sempre più brava.

Appena arrivati siamo andati in giro per Londra a piedi fino ad arrivare al nostro ostello il Generator Hostel London – 37 Tavistock Place – Russell Square – Camden, volevamo subito assaggiare la City, con un passaggio in metro saremmo arrivati prima all’ostello…

ostello

La sera di sabato siamo andati a fare un tour guidato sulla storia di “Jack lo squartatore” organizzata da dei ragazzi che ci hanno guidato attraverso la storia dei luoghi della “leggenda” di Jack gratuitamente, chiedono un offerta alla fine da lasciare solamente se il tour è stato di vostro gradimento.

Dopo tanta stanchezza abbiamo deciso di tornare in ostello per farci una buona pinta di birra e poi a letto! Camera con 3 letti a castello, senza il bagno ma devo essere sincera non ne abbiamo sentito la mancanza poiché ci sono dei bagni in comune sparsi ovunque molto puliti e organizzati.
La sveglia suona alle 9:00 am di domenica, dopo una bella colazione in ostello ci siamo preparati ed usciti. La mattina ci siamo divisi poiché sono dell’idea che in un viaggio si possano anche visitare attrazioni e luoghi diversi, quindi un gruppo ha prenotato dall’ Italia il biglietto per London Eye, e un’altro a optato per

 Buckingham Palace                          

il cambio della guardia purtroppo ci è sfuggito per poco ma siamo stati fortunati perché abbiamo visto la Regina Elisabetta, il Principe William e la Principessa Kate.
Da Buckingham Palace siamo andati in direzione BigBen, passando per il parco St James’s Park,

Parco Londra

un parco bellissimo come tutti i parchi di Londra. Attraversandolo ci siamo ritrovati sulla strada principale Birdcage Walk, inaspettatamente abbiamo incontrato una sfilata delle forze speciali londinesi con banda musicale, è stata veramente un’esperienza bellissima.

Foto Parata

Proseguiamo in direzione BigBen che purtroppo da agosto è in ristrutturazione quindi non possiamo godere a pieno della sua bellezza, una buona scusa per tornare…li vicino c’è l’Abbazia di Westminster molto suggestiva.

Abbazia di Westminster
Abbazia di Westminster

Da li il gruppo si è ritrovato e siamo andati con la metro direzione Tower Hill, prima del British Museum c’è ancora tempo, lo occupiamo andando (sempre metro trasportati) a vedere il Tower bridge

Tower Bridge
Tower Bridge

bhè ragazzi, semplicemente da favola con quei colori pastello sembra proprio il ponte delle favole…

British Museum, consigliamo, come abbiamo fatto noi, di prenotare il biglietto on-line con la guida in italiano qui, dura circa due ore, anche se il museo è gratis, per il semplice motivo che avrete una spiegazione dei principali reperti in italiano, e poi le guide sono simpaticissime e preparatissime. Molto bello, pieno di testimonianze bellissime, ma è enorme non basterebbe una settimana per vederlo tutto.

British Museum
British Museum

Dopo di che molto stanchi siamo andati con la metro a Piccadilly Circus, piena di luci e negozi, la piccola Time Square, due passi più in la e ci siamo ritrovati immersi nella chinatown Londinese. Abbiamo cenato e siamo tornati in ostello esausti, ma con la voglia di una pinta !.
Siamo arrivati a lunedì il giorno del ritorno, il gruppo si divide ancora; una parte va allo Stamford Bridge

Stamfordbridge
Stamfordbridge

e una parte decide di fare un pò di shopping raggiungendo Primark, nella tarda mattinata ci ritroviamo a Camden Town il quartiere storico dei negozi. Il brulicare delle persone e delle vetrine con delle insegne molto ma molto particolare potrebbe farvi girare la testa.

CandemTown
CandemTown

La nostra avventura si conclude qui, tra le vie strette e affollate dei mercati di Camden, i profumi dello street food e i pub agli angoli di ogni incrocio. Londra ci ha lasciato dentro qualcosa, prima su tutte la voglia di tornare il prima possibile, Londra è una bellissima capitale cosmopolita e very cool, non ci si può non innamorare della City. Bye Bye, see you soon.

Un bacio
CiuffoLove!

Se questo articolo ti è piaciuto non penderti il primo articolo che abbiamo pubblicato su Londra: L’Inghilterra chiama TxH risponde.

Post recenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *